La storia si ripete ad Indianapolis

Indianapolis ha scritto una storia importante nel mondo del nuoto e uno dei capitoli più emozionanti riguarda le piscine Myrtha. Nel 2004, i Campionati Mondiali di Nuoto FINA si sono svolti all’interno di quella che allora si chiamava Conseco Fieldhouse – oggi Gainbridge Fieldhouse – sede degli Indiana Pacers e dei Fever. All’interno dell’arena erano presenti sia una vasca da 25 metri per le competizioni sia una vasca più piccola per il riscaldamento, fu il primo caso in cui una piscina Myrtha venne installata temporaneamente all’interno di uno stadio negli Stati Uniti.

L’evento ebbe un grande successo e contribuì ad aprire le porte a successive applicazioni della tecnologia Myrtha per eventi d’élite in ambienti incredibili. Al di là del legame con Myrtha, Indianapolis è stata teatro di momenti importantissimi nello sviluppo del nuoto americano.

La storia si ripete: nel 1924 qui si sono svolti i Trials, seguiti dall’Olimpiade di Parigi. In aggiunta, la città ha ospitato anche le selezioni americane di nuoto a squadre nel 1952, 1984, 1992, 1996 e 2000. Con l’evento di quest’estate, Indianapolis è diventata la città statunitense ad aver ospitato il maggior numero di Trials.