Le piscine temporanee sono una vittoria permanente

L’accortezza di collocare gli eventi di nuoto più importanti del mondo in grandi impianti non è solo un bene per gli appassionati di acquaticità, ma anche per l’economia delle manifestazioni di livello mondiale. Questo perché, costruire grandi impianti natatori – in grado di ospitare gare internazionali di alto livello – non sarebbe economicamente vantaggioso e sostenibile nel lungo periodo. La capacità di Myrtha Pools di installare piscine da competizione, all’interno di arene e stadi preesistenti, ha aperto le porte ad un modello che consente di soddisfare gli ingenti flussi di pubblico delle grandi competizioni, garantendo un costo sostenibile per gli organizzatori.

Il Lucas Oil Stadium e i Trials statunitensi ne sono l’esempio attuale, mentre nel contempo, un’altra grande struttura sta per essere ultimata a Parigi, nel La Defense Arena. Le piscine temporanee Myrtha, quando possibile, vengono ottimizzate in ottica della loro futura reinstallazione permanente, in modo da ottimizzarne l’utilizzo, riducendo al minimo gli scarti di costruzione. È uno scenario vincente sotto tutti i punti di vista: da un lato permette lo svolgimento di grandi eventi acquatici in sistemazioni spettacolari e capienti, in grado di ospitare un gran numero di spettatori; dall’altro garantisce la ripartizione delle strutture temporanee in altri centri, dove vengono riutilizzate permanentemente, riducendo al minimo scarti e sprechi. La piscina da competizione all’interno del Lucas Oil Stadium sarà reinstallata a Fort Wayne, in Indiana, a un paio d’ore a nord-est di Indianapolis.