SEA Games e Myrtha Pools: una storia di successi che si rinnova

Entrano nel vivo i South East Asian Games 2019 con la piscina diving costruita per l’occasione da Myrtha Pools protagonista delle finali di tuffi dal trampolino da 3 metri.

Myrtha Pools realizza così la sua 4° partecipazione ai SEA Games con un progetto internazionale e all’avanguardia. Nel New Clark City Aquatic Center, infatti, oltre alla piscina tuffi, Myrtha ha progettato e installato una piscina olimpionica da competizione e una per l’allenamento. Tre piscine permanenti che anche al termine della 30° edizione dei SEA Games saranno pronte per ospitare eventi internazionali e diverranno un punto di riferimento per la provincia di Tarlac.

La strada Myrtha percorsa al fianco dei SEA Games narra più di tre lustri di successi, a partire dalla 22° edizione tenutasi nel 2003 ad Hanoi in Vietnam. In quell’occasione Myrtha ha costruito due piscine olimpioniche – una outdoor e una indoor – oltre a una piscina tuffi con trampolini fino a 10 metri di altezza.  Nel 2011 è stata la volta di Palembang e Jakarta (Indonesia) dove Myrtha ha costruito una piscina olimpionica da competizione e una Renovaction diving pool. Il tris è stato siglato nei SEA Games del 2013 a Naypyidaw (Myanmar). Nella “città reale del sole” (Naypyidaw) sono stati costruiti due centri acquatici identici – uno civile e uno militare – nei quali Myrtha ha installato rispettivamente una piscina olimpionica, una diving pools e una d’allenamento.

Un’accoppiata vincente quella di Myrtha e dei SEA Games che conferma lo slogan dell’edizione in corso: “We Win As One”.

Durante le competizioni sono stati battuti 23 record SEA Games e 4 atleti si sono qualificati per Tokyo 2020: congratulazione a tutti i vincitori!