International Swimming League, Championship Grand Final

Las Vegas 2019

20-21 dicembre 2019: la finale della International Swimming League a Las Vegas si svolge presso l’hotel Mandalay Bay in una splendida piscina con parete trasparente in acrilico.

 

Per questa importante occasione, Myrtha Pools ha installato una piscina da riscaldamento e una da competizione in un’area dell’hotel appositamente dedicata ai grandi eventi.

Per la prima volta in assoluto durante eventi di questo calibro, la piscina da competizione è stata progettata con una parete in acrilico di 21 metri: una scelta che risalta l’acqua cristallina della vasca e che mette ancora più al centro gli atleti consentendo una visione delle gare senza eguali.

Le due vasche temporanee sono state installate in soli 7 giorni dalle squadre d’installazione certificate Myrtha Pools utilizzando la tecnologia Myrtha, che ha permesso di montare le piscine senza interrompere le attività quotidiane dell’hotel e senza dover richiedere ricostruzioni dell’arena esistente a competizioni concluse.

 

Myrtha garantisce una perfetta rispondenza delle vasche alle tolleranze dimensionali imposte dalle normative internazionali. Una volta terminate le competizioni, le piscine prefabbricate vengono smontateinstallate permanentemente in altre strutture. La velocità di installazione e di smantellamento delle vasche non ostacolano inoltre le normali attività svolte all’interno degli edifici.

 

Oltre a questo importante vantaggio, la tecnologia Myrtha promuove la sostenibilità ambientale in quanto il suo esclusivo sistema modulare garantisce un risparmio del 50% di emissioni di CO2 in fase di produzione rispetto alle piscine tradizionali.

 

Risparmio che nel caso della piscina della Mandala Bay Arena è stato superiore dato che buona parte della struttura delle vasche di ISL era stata già utilizzata in due precedenti eventi e che, anche dopo queste finali, le piscine verranno smontate per essere reinstallate in via permanente in un’altra posizione, per massimizzare completamente l’uso dei materiali Myrtha.

 

Una mano all’ambiente arriva anche dall’impianto di ricircolo Strahlenturbulenz e dall’innovativo sistema di filtraggio Skid Defender targato Myrtha, grazie al quale si usa meno cloro e si recupera più del 90% dell’acqua usata. Un risultato che rende orgogliosi sia Myrtha che l’ISL e che farà risparmiare all’assetata città di Las Vegas tanti litri del prezioso “oro blu”.

20-21 dicembre 2019: la finale della International Swimming League a Las Vegas si svolge presso l’hotel Mandalay Bay in una splendida piscina con parete trasparente in acrilico.

 

Per questa importante occasione, Myrtha Pools ha installato una piscina da riscaldamento e una da competizione in un’area dell’hotel appositamente dedicata ai grandi eventi.

Per la prima volta in assoluto durante eventi di questo calibro, la piscina da competizione è stata progettata con una parete in acrilico di 21 metri: una scelta che risalta l’acqua cristallina della vasca e che mette ancora più al centro gli atleti consentendo una visione delle gare senza eguali.

Le due vasche temporanee sono state installate in soli 10 giorni dalle squadre d’installazione certificate Myrtha Pools utilizzando la tecnologia Myrtha, che ha permesso di montare le piscine senza interrompere le attività quotidiane dell’hotel e senza dover richiedere ricostruzioni dell’arena esistente a competizioni concluse.

 

Myrtha garantisce una perfetta rispondenza delle vasche alle tolleranze dimensionali imposte dalle normative internazionali. Una volta terminate le competizioni, le piscine prefabbricate vengono smontateinstallate permanentemente in altre strutture. La velocità di installazione e di smantellamento delle vasche non ostacolano inoltre le normali attività svolte all’interno degli edifici.

 

Oltre a questo importante vantaggio, la tecnologia Myrtha promuove la sostenibilità ambientale in quanto il suo esclusivo sistema modulare garantisce un risparmio del 50% di emissioni di CO2 in fase di produzione rispetto alle piscine tradizionali.

 

Risparmio che nel caso della piscina della Mandala Bay Arena è stato superiore dato che buona parte della struttura delle vasche di ISL era stata già utilizzata in due precedenti eventi e che, anche dopo queste finali, le piscine verranno smontate per essere reinstallate in via permanente in un’altra posizione, per massimizzare completamente l’uso dei materiali Myrtha.

 

Una mano all’ambiente arriva anche dall’impianto di ricircolo Strahlenturbulenz e dall’innovativo sistema di filtraggio Skid Defender targato Myrtha, grazie al quale si usa meno cloro e si recupera più del 90% dell’acqua usata. Un risultato che rende orgogliosi sia Myrtha che l’ISL e che farà risparmiare all’assetata città di Las Vegas tanti litri del prezioso “oro blu”.

Guarda il video di installazione!

 

La struttura autoportante e modulare di Myrtha offre una soluzione eccellente per l’installazione di piscine temporanee all’interno di stadi, arene o edifici esistenti, senza la necessità di ancorare le piscine al pavimento della struttura.