Aquamore Bocconi Sport Center

Milano, Italia

Il nuovo campus dell’Università Bocconi, progettato dallo studio di architettura giapponese SANAA, è un complesso dal design avveniristico che nasconde al suo interno un centro acquatico targato Myrtha Pools unico nel suo genere. L’intervento ha portato alla riconversione dell’ex Centrale del Latte in tre edifici che sembrano sospesi come delle nuvole e circondati da 17.000m2 di area verde. Oltre allo studentato da 300 posti letto e alla nuova sede della Sda Bocconi School of Management, il progetto include un centro sportivo polifunzionale con 3.500m2 di spazi fitness, due campi d’allenamento da basket e pallavolo, una pista d’atletica sopraelevata e un centro Virgin per il wellness con bagno di vapore, sauna, vasca idromassaggio e docce emozionali tutti forniti da Myrtha Wellness. Fiore all’occhiello del centro sportivo è il centro acquatico visibile già dalla hall dell’edificio. Il colpo d’occhio dall’alto risalta la bellezza della piscina olimpionica dotata di una parete mobile sdoppiabile che consente di suddividere la piscina a seconda delle esigenze.

 

A bordo vasca si apprezzano ancora di più i dettagli di una vasca aperta sia agli studenti che ai cittadini e omologata perfino per le competizioni FINA. Per questo importante progetto Myrtha Pools è stata scelta grazie all’esperienza internazionale e alla capacità di garantire piscine perfette per le gare di nuoto, pallanuoto e nuoto artistico. Le vasche realizzate da Myrtha per il campus Bocconi sono due: una 25 m da allenamento – perfetta anche per l’aquagym e l’aquabike grazie alla profondità ridotta – e una di 51,5 m nella quale sono state integrate tecnologie all’avanguardia.

Prima fra tutte un sistema di illuminazione e una serie di telecamere subacquee anti-annegamento chiamato Angel Eye. Due corsie della vasca principale sono invece state dotate del Virtual Trainer, un sistema di led intelligenti che permette ai nuotatori di seguire la velocità programmata in base al piano di allenamento. Dal punto di vista della sostenibilità le direttive dell’università Bocconi erano quelle di ridurre i consumi di acqua e di energia. Il sistema Myrtha infatti, oltre a ridurre le emissioni di Co2 fino al 50% rispetto a una tradizionale vasca in cemento, consente ulteriori vantaggi in termini di costi e di salvaguardia dell’ambiente, come testimoniato dalle voci di contribuzione delle piscine Myrtha per l’efficienza e la sostenibilità degli edifici secondo tre standard internazionali come LEED, BREEAM e Green Star.

 

Nel caso del campus Bocconi particolare attenzione è stata rivolta a ridurre il consumo d’acqua grazie un algoritmo sviluppato dal team di Ricerca & Sviluppo Myrtha che, in base all’analisi dei dati sulla qualità dell’acqua e al numero degli accessi, è capace di mantenere una qualità ottimale dell’acqua riducendo al contempo i consumi.

Il nuovo campus dell’Università Bocconi, progettato dallo studio di architettura giapponese SANAA, è un complesso dal design avveniristico che nasconde al suo interno un centro acquatico targato Myrtha Pools unico nel suo genere. L’intervento ha portato alla riconversione dell’ex Centrale del Latte in tre edifici che sembrano sospesi come delle nuvole e circondati da 17.000m2 di area verde. Oltre allo studentato da 300 posti letto e alla nuova sede della Sda Bocconi School of Management, il progetto include un centro sportivo polifunzionale con 3.500m2 di spazi fitness, due campi d’allenamento da basket e pallavolo, una pista d’atletica sopraelevata e un centro Virgin per il wellness con bagno di vapore, sauna, vasca idromassaggio e docce emozionali tutti forniti da Myrtha Wellness. Fiore all’occhiello del centro sportivo è il centro acquatico visibile già dalla hall dell’edificio. Il colpo d’occhio dall’alto risalta la bellezza della piscina olimpionica dotata di una parete mobile sdoppiabile che consente di suddividere la piscina a seconda delle esigenze.

 

A bordo vasca si apprezzano ancora di più i dettagli di una vasca aperta sia agli studenti che ai cittadini e omologata perfino per le competizioni FINA. Per questo importante progetto Myrtha Pools è stata scelta grazie all’esperienza internazionale e alla capacità di garantire piscine perfette per le gare di nuoto, pallanuoto e nuoto artistico. Le vasche realizzate da Myrtha per il campus Bocconi sono due: una 25 m da allenamento – perfetta anche per l’aquagym e l’aquabike grazie alla profondità ridotta – e una di 51,5 m nella quale sono state integrate tecnologie all’avanguardia.

Prima fra tutte un sistema di illuminazione e una serie di telecamere subacquee anti-annegamento chiamato Angel Eye. Due corsie della vasca principale sono invece state dotate del Virtual Trainer, un sistema di led intelligenti che permette ai nuotatori di seguire la velocità programmata in base al piano di allenamento. Dal punto di vista della sostenibilità le direttive dell’università Bocconi erano quelle di ridurre i consumi di acqua e di energia. Il sistema Myrtha infatti, oltre a ridurre le emissioni di Co2 fino al 50% rispetto a una tradizionale vasca in cemento, consente ulteriori vantaggi in termini di costi e di salvaguardia dell’ambiente, come testimoniato dalle voci di contribuzione delle piscine Myrtha per l’efficienza e la sostenibilità degli edifici secondo tre standard internazionali come LEED, BREEAM e Green Star.

 

Nel caso del campus Bocconi particolare attenzione è stata rivolta a ridurre il consumo d’acqua grazie un algoritmo sviluppato dal team di Ricerca & Sviluppo Myrtha che, in base all’analisi dei dati sulla qualità dell’acqua e al numero degli accessi, è capace di mantenere una qualità ottimale dell’acqua riducendo al contempo i consumi.